+39-011-5757-161
·
info@sarazambaia.it
·

UNA PROPOSTA DI LEGGE PER PREVENIRE E CURARE I DISTURBI ALIMENTARI

“In Piemonte sono oltre 200 mila le persone che soffrono di disturbi alimentari. Parliamo di patologie sempre più diffuse anche a causa della pandemia, che devono essere non solo curate, ma anche il più possibile prevenute. L’obiettivo che la nostra proposta di legge si prefigge si muove in questa direzione e fa da cornice alla “Rete dei servizi regionali per la prevenzione e cura dei disturbi della nutrizione e dell’alimentazione”, messa a punto dall’assessorato alla sanità una decina di giorni fa”. Così Sara Zambaia, consigliere regionale della Lega, introduce la pdl “Norme in materia di sensibilizzazione e informazione sui disturbi della nutrizione e dell’alimentazione (DCA o DA)” di cui è prima firmataria.

“Il piano socio-sanitario regionale – illustra Zambaia – dovrà prevedere nel dettaglio interventi per effettuare diagnosi precoci, migliorare le modalità di cura dei soggetti colpiti, monitorare patologie associate ai disturbi alimentari. Andranno attivati percorsi specifici e programmi dedicati alla formazione e al sostegno dei nuclei familiari delle persone con DCA, sia nella fase acuta sia in quella successiva. Andranno realizzati centri e strutture residenziali e semiresidenziali a diversa intensità medico-psichiatrica e psico-socio-educativa che prevedano anche un percorso ad alta intensità psichiatrico-nutrizionale per i pazienti con DCA gravi e tendenti alla cronicizzazione”.

“Non meno importante – sottolinea Zambaia -, è l’aspetto legato alla prevenzione. Il nostro testo prevede che la Regione promuova iniziative di sensibilizzazione e informazione sui disturbi della nutrizione e dell’alimentazione, anche mediante la collaborazione e il coinvolgimento delle famiglie, delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado e dei medici”.

“Il tema è senza dubbio delicato e complesso. Ad occuparsene – conclude Zambaia – sarà un gruppo di lavoro che verrà istituito in quarta commissione”